Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
menu
Categorie

Categorie Riviste

ambiente energia & chimica
natura
analisi & gestione d'impresa
architettura & edilizia
arredamento & designarte
attualita'
botanica - orti & giardinicarta - artigrafiche - imballaggio
chimica - materie plastiche
cultura, societa' & politicaeconomia, diritto & finanzaeditoriale sport italia
food, cucina & enogastronomiagenitori & figlihobby & tempo liberoimpiantistica - impianto elettrico
internet, informatica & tecnologialibri di cucina
marketing & comunicazionemedicina & salutemoda cinema
beauty & estetica
pubblicazioni tecnico professionali per categoriaromanzi - narrativa
scienza sporttecnologie alimentari
tecnologie per l'agricoltura
tecnologie per lo spettacolo
turismo & travel under 20varieveterinaria & zootecnica

JACQUES TATI

JACQUES TATIzoom

Acquista libro

12,90
 
+ 3,00 spedizione

JACQUES  TATI (Le Pecq, 1907 – Parigi, 1982) si è affermato in vita come attore, sceneggiatore e regista per il cinema, in particolare grazie ai suoi primi tre lungometraggi: Giorno di festa (1949), Le vacanze di Monsieur Hulot (1953) e Mon oncle (1958). Creatore e interprete del lunare personaggio di Monsieur Hulot, Tati realizza nel 1967 il suo progetto più ambizioso, Playtime.
Ma, invece del successo, con questo film arriva un clamoroso fallimento commerciale, destinato ad influenzare negativamente il resto della sua carriera. Gli ultimi due tasselli di una breve filmografia sono sbrigativamente liquidati da pubblico e critica come “minori”: Monsieur Hulot nel caos del traffico (1971) e Il circo di Tati (1973).
Tati paga infine il declino di popolarità trascorrendo gli ultimi anni della sua vita lontano dai set cinematografici.
Solo a distanza di alcuni anni dalla sua scomparsa, l’eredità artistica di Tati, grazie all’impegno della figlia Sophie e di alcuni cineasti e studiosi francesi, è stata difesa avviando un percorso di valorizzazione che restituisce al cineasta la sua meritata statura di grande comico moderno.


 

A cura di: Fondazione Ente dello Spettacolo
Anno Pubblicazione: 2009
Numero Pagine: 136
Formato: 12x19 





abbonamenti riviste  |   regali originali  |   contatti