Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
menu
Categorie

Ricordami su
questo dispositivo

  Password dimenticata? | Non sei registrato? REGISTRATI

Categorie Riviste

ambiente - immobili - sicurezza
analisi & gestione d'impresa
architettura & edilizia
arredamento & designarte
botanica - orti & giardinicarriera & crescita personale
carta - artigrafiche - imballaggio
chimica - materie plastiche
climatizzazione & refrigerazione
cultura, societa' & politicaelettronica & automazione
food, cucina & enogastronomiagenitori & figli
hobby & curiosita'
impiantistica - impianto elettrico
internet, informatica & tecnologialibri di cucina
direct marketing & comunicazione
meccanica - automazione
meccanica - progettazione & componentistica
medicina & salutemetalli - metallurgia
moda cinema
beauty & estetica
ragazzi & teenager
romanzi - narrativascuola
sporttecnologie alimentari
tecnologie per l'agricoltura
tecnologie per lo spettacolo
turismo & travel varieveterinaria & zootecnica

9/11 - LA 25a ORA DEL CINEMA AMERICANO

9/11 - LA 25a ORA DEL CINEMA AMERICANOzoom

Acquista subito

14,90
 
+ 3,00 spedizione

di Andrea Chimento - Collana Frames 

L’analisi di Andrea Chimento parte da uno dei momenti più bui della storia americana: l’11 settembre 2001, quando il World Trade Center, luogo sicuro e inaccessibile come la nazione di cui faceva parte, crolla insieme a ogni certezza, costringendo il popolo americano a interrogarsi sul proprio futuro, dal momento che il mondo non è e non potrà essere più lo stesso.

Il libro 9/11, la 25a ora del cinema americano parte dalla convinzione che l’11 settembre 2001 il cinema americano sia entrato in una nuova fase. Il fantasma dell’attentato ha agito in forme e stratificazioni diverse, modificando scelte narrative, formali e stilistiche. Prendendo avvio dai film che hanno messo direttamente in scena le immagini della catastrofe, il testo si articola in due ampie sezioni: la prima impostata come una diretta sull’“evento”; la seconda incentrata sul periodo successivo all’accaduto.
Se da un lato, in quei film che lavorano per allegorie e simbologie dell’11 settembre è evidente il concetto di “ri-narrazione ossessiva”, dall’altro sono preponderanti nuovi modelli di raffigurazione dei cambiamenti, degli stati d’animo e delle (in)certezze da parte del cinema americano.

Quindici anni dopo l’immagine dello schianto è ancora impressa nei nostri occhi come nella storia del cinema americano.
Destinazione: studenti ed esperti di cinema. Appassionati di cinema americano e di storia.


Editore: Fondazione Ente dello Spettacolo
Anno Pubblicazione: 2016
Numero Pagine: 356
Formato: 15x21 cm





abbonamenti riviste  |   regali originali  |   contatti