Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
menu
Categorie

Ricordami su
questo dispositivo

  Password dimenticata? | Non sei registrato? REGISTRATI

Categorie Riviste

ambiente - immobili - sicurezza
analisi & gestione d'impresa
architettura & edilizia
arredamento & designarte
botanica - orti & giardinicarriera & crescita personale
carta - artigrafiche - imballaggio
chimica - materie plastiche
climatizzazione & refrigerazione
cultura, societa' & politicaelettronica & automazione
food, cucina & enogastronomiagenitori & figli
hobby & curiosita'
impiantistica - impianto elettrico
internet, informatica & tecnologialibri di cucina
direct marketing & comunicazione
meccanica - automazione
meccanica - progettazione & componentistica
medicina & salutemetalli - metallurgia
moda cinema
beauty & estetica
per ragazzi
romanzi - narrativascuola
sporttecnologie alimentari
tecnologie per l'agricoltura
tecnologie per lo spettacolo
turismo & travel varieveterinaria & zootecnica

FABBRICA DI IMMAGINI

Scheda libro FABBRICA DI IMMAGINIzoom

Acquista subito

20,00
 
+ 3,00 spedizione

Gioco e litografia nei fogli della Raccolta Bertarelli.

Come potevano divertirsi nel secondo Ottocento e fino a un secolo fa i ragazzi  milanesi quando non si svagavano all'aperto? Questo catalogo di un'esposizione milanese a Palazzo Dugnani, curato da Alberto Milano e Sergio Ruzzier, riporta un assortimento di giochi di carta dalla Raccolta Bertarelli di Milano, la più importante collezione in Italia di stampe popolari.
Ci sono tavole con modellini di teatro e personaggi da ritagliare, fogli di fantocci e pupazzi che, con soldatini e presepi, sono tra le più antiche forme di fogli da ritagliare; racconti e fogli d'immagini, cioè  fogli tipo "graphic novel" e tavole didattiche. E poi fogli di costruzioni: dai monumenti milanesi all'arredamento, ma anche giocattoli di carta da montare e azionare con una manovella in fil di ferro per far girare una giostra o muovere un trenino.
Figurine femminili e maschili da vestire con abiti e accessori, e fogli di vari giochi da tavolo, come il gioco dell'oca sia con 63 che con 90 caselle."Fabbrica d'immagini " è la scritta in alto  a sinistra nei fogli degli stampatori milanesi, derivante dalla qualifica di "Fabricant d'Images" o "Fabricant d'Imagerie" che gli editori francesi di stampe a larga diffusione frammettevano nel XIX secolo tra il loro nome e l'indirizzo.
Con "imagerie" s'intendeva l'insieme  di  rappresentazioni destinate a un vasto pubblico e anche i fogli di carta sui quali venivano stampate. La rassegna ricostruisce dunque non solo il gusto di un'epoca nell'ambito dei giochi per ragazzi, ma anche la specifica produzione di stampatori, editori e librai milanesi tra Ottocento  e Novecento.

Numero Pagine: 112 





abbonamenti riviste  |   regali originali  |   contatti