Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
Area clienti
Login

Ricordami su questo dispositivo
Password dimenticata? Non sei registrato? REGISTRATI ORA
Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
menu

AREA CLIENTI
Ricordami su
questo dispositivo

  Password dimenticata? | Non sei registrato? REGISTRATI

LA MASCHERA DEL POTERE

Scheda libro LA MASCHERA DEL POTERE
zoom

Carisma e leadership nel cinema. Di Dario Edoardo Viganò.

Il potere e la leadership contengono una forza e un’attrazione irriducibili
e a volte anche indossare una semplice uniforme può radicare in ognuno di noi un falso, inestinguibile senso di superiorità.
Charlie Chaplin, splendido attore che si calava sempre a perfezione nel ruolo che stava interpretando, quando per la prima volta indossò i panni di un personaggio tirannico e arrogante, Hynkel, rimase stupefatto dal risultato e si lasciò sfuggire un commento: «È solo perché ho addosso questa dannata cosa che mi comporto così».Anche nelle mani dei cineasti, però, si concentra una sorta di “potere”: quello di poter guidare lo spettatore. Per questo, alla fine degli Trenta, turbato e angosciato dal dilagare delle dittature, Chaplin impugna la sola arma a sua disposizione, la comicità, per ritrarre Hitler proprio mentre si sta trasformando da convinto ultranazionalista a vero “leader trasformativo”, macchiandosi di quelle scelte rischiose e immorali che cambieranno il corso della Storia.
Nel Grande dittatore, del 1940, il clown Charlot veste i panni del povero barbiere ebreo, per un curioso caso del destino identico al crudele e dispotico Hynkel, con cui verrà scambiato.
La meravigliosa caricatura della tecnica oratoria di Hitler – realizzata mescolando insensati suoni dal sapore teutonico – e la danza del dittatore, auto-innalzatosi quasi a Dio, con il mappamondo, fanno da contraltare al discorso finale pronunciato da un barbiere a cui la divisa da generale non ha mutato l’anima e che, rivolgendosi a quanti non si sforzino di sapere cosa si celi dietro ai miti e alla propaganda, riassume le speranze e le paure del mondo dinanzi alla guerra più orrenda mai vista.

 

Editore: Fondazione Ente dello Spettacolo
Numero Pagine: 168
Formato: 16 x 24 cm

Acquista subito

12,00
+ 3,00 spedizione
DAI UN GIUDIZIO