Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
Area clienti
Login

Ricordami su questo dispositivo
Password dimenticata? Non sei registrato? REGISTRATI ORA
Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
menu

AREA CLIENTI
Ricordami su
questo dispositivo

  Password dimenticata? | Non sei registrato? REGISTRATI

Cos'è la Bioedilizia e quali sono i vantaggi del costruire in maniera sostenibile?

La sostenibilità è una sorta di mantra che si sta diffondendo nel mondo, soprattutto in Europa dove appare evidente che la buona salute o meno del clima ha effetti notevoli sulle persone e sulle comunità. Si può diventare “sostenibili” in una varietà di modi diversi, e non è necessario diventare da subito radicali perché le iniziative utili sono moltissime, e talune sono molto semplici. La bioedilizia si occupa di edifici sostenibili che possono ridurre l’impatto complessivo sull’ambiente e sulla salute degli esseri umani, basandosi su alcuni aspetti come la riduzione dei rifiuti, dell'inquinamento e del degrado ambientale, l’uso efficiente di energia, acqua e altre risorse, la protezione della salute degli occupanti.

 

Ambiente, salute e risparmio energetico sono i tre pilastri su cui si fonda la bioedilizia e questo significa che si prefigge di ridurre i consumi delle energie non rinnovabili e di attenuare in modo significativo, mediante l’uso di materiali eco compatibili, gli effetti delle strutture abitative sulla salute delle persone e sull’ecosistema circostante. Questo fa pensare che sia attuabile solo in riferimento a nuove costruzioni, mentre in realtà anche non volendo cambiare casa, o ricostruirla, ci sono moltissimi piccoli accorgimenti e cambiamenti che possono essere attuati per ridurre i consumi, risparmiare e avere sull’ambiente un impatto più leggero.

 

Secondo il Dipartimento dell’Ambiente della Comunità Europea oltre il 40% dell’energia complessiva prodotta in Europa viene consumata dall’edilizia e quest’ultima utilizza una rilevante quantità di materie prime, attorno al 50%, prelevandole dalla natura e di conseguenza si verifica una massiccia spoliazione di risorse ambientali assieme a una altrettanto massiccia produzione di rifiuti.

 

Se vogliamo semplificare, possiamo elencare i diversi tipi di vantaggi di una casa in bioedilizia:

 

Vantaggi ambientali

  • Ridurre gli sprechi di acqua
  • Conservare le risorse naturali
  • Migliorare la qualità dell'aria e dell'acqua
  • Proteggere la biodiversità e gli ecosistemi

Benefici economici

  • Ridurre i costi operativi
  • Migliorare la produttività degli occupanti
  • Creare mercato per i prodotti e servizi verdi

Benefici sociali

  • Migliorare la qualità della vita
  • Ridurre al minimo il peso sulle infrastrutture locali
  • Migliorare la salute degli occupanti e il comfort

Certamente i costi dei materiali utili alla bioedilizia sono maggiori ad altri, però queste tecniche costruttive consentono un risparmio energetico annuale del 40% e quindi si ripagano rapidamente.

Al contrario, possiamo considerare i pericoli di case costruite nei decenni scorsi:

  • Umidità: infiltrazioni di acqua provenienti dal terreno su cui sorge l’edificio o effetto di materiali da costruzione solo parzialmente asciutti.
  • Sismicità: la casa può trovarsi in un’area classificata come sismica precedentemente o successivamente alla sua costruzione.
  • Infiltrazioni di radon: è un gas che filtra dal terreno alla base dell’edificio e può diffondersi a causa dei materiali impiegati nella costruzione.
  • Scariche elettrostatiche: la struttura abitativa può riflettere le onde elettromagnetiche generate dagli elettrodomestici.
  • Inquinamento acustico e climatico: si verifica quando serramenti e pareti dell’abitazione non garantiscano sufficiente protezione dai rumori e dalle temperature esterni.
  • Presenza di formaldeide: è un gas irritante dall’odore penetrante usato nelle tappezzerie, negli isolanti, nei truciolati, nelle moquette, nei tessuti, ecc..

La coibentazione termica e il ricorso all’approvvigionamento di energia da fonti rinnovabili rappresentano gli interventi più significativi e frequenti in un contesto di tipo tradizionale, quando si parla di ristrutturazioni. Naturalmente questo è un ambito che ciascuno ha interesse ad approfondire in base al proprio contesto abitativo e quindi non ci sono risposte univoche.

Per informarsi e orientarsi in questo mondo è utile partire da libri e riviste di architettura che contengono sempre più consigli e indicazioni per chi vuole prendere in considerazione il tema della sostenibilità in riferimento alla propria casa. Il futuro va certamente in questa direzione: attrezziamoci cominciando dall’informazione corretta.

Vai all'archivio