Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
Area clienti
Login

Ricordami su questo dispositivo
Password dimenticata? Non sei registrato? REGISTRATI ORA
Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
menu

AREA CLIENTI
Ricordami su
questo dispositivo

  Password dimenticata? | Non sei registrato? REGISTRATI

Le migliori riviste di musica da conoscere e leggere

Fin da bambini tutti ascoltiamo musica, in situazioni diverse, con device diversi, soprattutto oggi che la tecnologia ha fatto passi avanti ma si riscopre anche il vinile, e ci appassioniamo ai generi e agli strumenti che sentiamo più nostri. A scuola ci si avvicina in modo non sempre ottimale alla conoscenza dello spartito, al suono di uno strumento e all’esperienza di un coro o di un’orchestra: aspetti che fanno parte di un bagaglio importante nella vita di tutti i giorni. Non molti, però, coltivano davvero una passione musicale e per quasi tutti resta un hobby, un sottofondo per pensare e rilassarsi. Per tutti gli appassionati sono nate nel tempo riviste di musica dedicate ai singoli generi, o a chi vuole imparare ogni segreto di un particolare strumento musicale.

 

Chi è nato nella seconda metà del secolo scorso avrà certamente letto almeno un numero del famoso mensile “Tutto Musica” nato nel 1977 come costola del settimanale “Tv Sorrisi e Canzoni” e presto divenuta autonoma, con un grande appeal sui giovani per i quali ha svolto un ruolo di guida nei gusti musicali grazie ad articoli e interviste affiancati a rubriche di cinema e tendenze giovanili. Nel 2004 terminò le uscite, lasciando orfane alcune generazioni di affezionati lettori.

 

Non c’è più stata una rivista così completa e dedicata a tutto tondo sul mondo musicale, ma in edicola e quindi su Miabbono.com troviamo il meglio di quello che ruota attorno alla musica. Ad esempio la rivista mensile “Amadeus” che dal 1989 si dedica con successo alla musica classica. Da subito “Amadeus” ha scelto di avvalersi della collaborazione di noti critici musicali e musicologi italiani e stranieri, così da poter trattare la materia in modo accessibile ma scientifico, raggiungendo un pubblico più ampio e assortito. Nel tempo ha cambiato grafica ed editore, ma l’innovazione maggiormente degna di nota è che tutti i suoi numeri sono tradotti in braille per i non vedenti, rendendo un servizio davvero unico a chi ancora di più sa apprezzare il suono.

 

Dal punto di vista storico, però, la rivista più antica e longeva, in quanto non ha mai perso un’uscita, è sicuramente “Musica Jazz”, in edicola dal luglio del 1945 per occuparsi di jazz, blues e altre belle musiche per l’anima. È stata la prima rivista di Jazz in Italia e in generale è sicuramente una delle più longeve, risultando addirittura la seconda rivista di jazz più longeva al mondo. Esce con un supporto discografico dal 1981, divenuto un cd nel 2017. Nel 2015 è stata insignita dal sindaco di Milano del prestigioso Ambrogino d'oro.

 

Merita certamente una menzione anche “Classic Voice”, un mensile che esce con cd allegati, ripresi dai migliori cataloghi discografici, con interpretazioni di Claudio Abbado, Daniel Barenboim, Maurizio Pollini, Martha Argerich e molti altri. La rivista ha una forte vocazione giornalistica e una cura particolare per le immagini e parla non solo di attualità della grande musica in Italia e all’estero, ma anche di inchieste, approfondimenti, reportage dalle capitali della cultura e, ogni mese, più di cinquanta recensioni di cd, dvd, libri, spettacoli. Viene dedicato spazio anche alle nuove tecnologie multimediali, agli stili di vita legati alla musica e vanta tra i collaboratori i maggiori critici di diverse testate italiane.


Nel settore musicale la scelta è sempre tra riviste di grande qualità: a ciascuno il suo genere e l’ascolto di brani che sanno dare benessere.

 

Vai all'archivio