Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
Area clienti
Login

Ricordami su questo dispositivo
Richiedi la password Non sei registrato? REGISTRATI ORA
Abbonamenti a Riviste Mensili, Periodici e Settimanali - Miabbono.com
menu

Abbonamento rivistaARBITER

Scheda rivista ARBITER
zoom

Giudizio degli utenti:
5/5

Tutto ruota attorno al tempo ed è il tempo l'unico vero lusso dell'uomo di oggi.
Il lettore di Arbiter non è solo un amante della qualità e dell’esclusività, ma una persona che ha scelto la strada della raffinatezza, nel modo di apparire e nel modo di essere, un uomo di charme anche extravagante che sa uscire dagli schemi.
Arbiter, con un formato importante, una qualità ricercata della carta e della stampa, nel rigore elegante della grafica e della selezione delle immagini, gioca sul tempo maschile con servizi dedicati al modo di trascorrere in modo raffinato ogni occasione: dai viaggi all'arte del bere e del mangiare; dal piacere di vestirsi a quello di camminare con le calzature più adatte; dalla guida dell'auto e della moto al gioco del golf o alle immersioni subacquee; dalla nautica all'equitazione, con attenzione agli eventi artistici e culturali di rilievo. Numerosi gli inserti e allegati ai 10 numeri annui, come i ricercati inserti Q/E dell’auto e Jackie oppure Mestieri d’Arte, rivista allegata ad Arbiter che racconta l’eccellenza della produzione d’alto artigianato e di design attraverso l’esaltazione delle “3 M”, mente - mano - materia.
Il legno, le pietre preziose, i metalli, la carta, le ceramiche: la rivista racconta come, attraverso genio e sapienza artigianale, le materiedi qualità diventano prodotti di qualità e di design.
L’arte del fare, del saper fare e del far sapere che è ricercata in tutto il mondo.

 

Editoriale (di Franz Botrè)

Come d’abitudine al mattino, più che al pomeriggio, mi fermo al bar per prendere un caffè o un cappuccino. Quando pago e mi danno il resto, prima di metterlo in tasca, scruto rapidamente il retro delle monete italiane da 20 centesimi, non per trovare degli eventuali difetti ed errori del conio, ma perché mi piace rivedere l’immagine della figura incisa dedicata all’opera Forme uniche della continuità nello spazio realizzata nel 1913 da Umberto Boccioni. Anche se in miniatura, a guardarla ogni volta trovo la stessa gratificazione. Quella scultura è la pietra miliare, il simbolo, il manifesto dei concetti cardine dell’espressione del futurismo. Da qualsiasi lato la osservi è tridimensionale, avanza con potenza e dinamismo, con movimenti costanti, lasciando luminose scie dettate dalla velocità. Emanando un’energia dirompente, sempre protratta alla conquista dello spazio, proiettata in avanti, alla ricerca e desiderio del nuovo. Un’opera rivoluzionaria. Su un tema caro a molti artisti del ’900, basti pensare all’Uomo che cammina di Auguste Rodin, o al Nudo che scende le scale (N°2) di Marcel Duchamp o Giacomo Balla con la Bambina che corre sul balcone. Così come a tutto il nucleo fondativo dei futuristi, partendo da Filippo Tommaso Marinetti, Giovanni Papini, Carlo Carrà, Aldo Palazzeschi: furono proprio loro a inizio ’900 a vedere e capire che nell’automobile si poteva trovare il fulcro per costruire una nuova cultura, un nuovo simbolo. Fecero e trasformarono il dinamismo e la velocità in opere d’arte. Filippo Tommaso Marinetti aveva ragione quando cent’anni fa accusava che i musei andavano stretti alle auto. Per contro, oggi, le strade sono diventate veri musei a cielo aperto, e i musei finalmente hanno dato spazio all’automobile come oggetto e fine della creatività artistica, come metafora e simbolo dell’esistenza e del progresso. Questo numero di Arbiter parte proprio da qui, da questo punto nello spazio. L’Auto è Arte.
Non è un caso che l’opera di Umberto Boccioni, ideata nel 1913, fusa in bronzo con patina d’oro, sia stata aggiudicata per 16 milioni di dollari all’asta di Christie’s a New York nel novembre del 2019. Così come non è per caso che lo scorso 4 aprile, all’asta organizzata per fini benefici sempre da Christie’s e sempre a New York, sia stata battuta a 475mila dollari una Bmw Serie 8 Gran Coupé, la The 8 X Jeff Koons. Opera unica, che avrete già potuto vedere in copertina, realizzata da Jeff Koons per Arbiter il 20 aprile a New York. L’artista ha cercato di perseguire quel minimalismo che John Baldessari realizzò nel novembre del 2016 quando presentò ad Art Basel Miami la Bmw M6 Gtlm, vettura che debuttò nel gennaio 2017 alla Rolex 24 Ore di Daytona...

 

Quanto costa l'abbonamento a ARBITER?

Abbonamento Cartaceo

1 Anno (10 Copie)
80,00

Abbonamento Digitale

1 Anno (10 Copie)
SCONTO 10%
70,00
Prezzo di listino 80,00
DAI UN GIUDIZIO

Giudizi:

  • Anonimo
  • Marcello Bernabucci
  • Fabrizio P